Guida completa all’acquisto delle cinture da corsa: tutti i modelli, materiali. Vestibilità, prezzi e marche

La cintura da corsa è uno degli accessori più utili per il runner. L’esigenza di dover per forza portare con sé degli oggetti quando si esce per correre, rende questo articolo davvero molto importante. Le collezioni di cinture da corsa disponibili sul mercato sono ormai vastissime e a volte, presi magari dalla fretta, si corre il rischio di scegliere un prodotto che non risponde pienamente alle personali necessità. Eppure oggi è davvero molto semplice scegliere il modello che più risponde alle proprie reali esigenze di trasporto, ma che presenti anche i giusti canoni di praticità e di vestibilità. Vediamo quali sono le migliori cinture da corsa, mediante quali accorgimenti tecnici sono realizzate, ed in che modo scegliere il prodotto a noi più congeniale.

Vestibilità

Iniziamo col dire che le collezioni di cinture da corsa sono nate per adeguare l’indossabilità dei marsupi tradizionali all’attività fisica. Invece che avere un’unica grande tasca per contenere tutto l’occorrente, si è fatta strada così l’esigenza di creare un supporto di contenimento più equilibrato e compatto nelle dimensioni, il quale, pur con il massimo del riempimento, non provocasse fastidiosi sbilanciamenti di peso, se non ridotti ai minimi termini. La prima caratteristica che deve quindi avere una buona cintura da corsa è quella di risultare comoda per chi la indossa.

Solitamente questi supporti non avvolgono propriamente la vita, ma si appoggiano appena sopra ai fianchi. Questo vale soprattutto per i modelli a fascia elastica, che generalmente hanno uno spessore più alto ed anche una capienza maggiore. In questo modo non risultano costrittivi, non si muovono e permettono al runner la massima libertà di azione. Una zip che scorre lungo tutta la parte superiore, consente di riempire tutta la circonferenza e fornisce la concreta possibilità di bilanciare al meglio il peso e l’ingombro complessivo degli oggetti in essa contenuti.

La maggior parte di queste cinture  sono a taglia unica, ma dotate di fibbie regolabili: in tal modo possono venire fissate manualmente, in base alla misura del proprio bacino ed alle specifiche esigenze di movimento. Non preoccupatevi, quindi, se nel tempo perdete peso e centimetri anche significativi nella corporatura (in molti casi, del resto, si corre proprio per questo!): la regolazione è possibile di volta in volta e si effettua in modo davvero molto semplice.

Capienza

Un aspetto da valutare attentamente é lo spazio a disposizione in base al numero ed alla tipologia di oggetti da trasportare. Ed è qui che scegliere un modello piuttosto che un altro può fare la differenza. Se l’esigenza (comune ormai a chiunque) è quella di dover inserire innazitutto lo smartphone, bisognerà scegliere una cintura dall’opportuna capienza. Le opzioni sono in tal caso due: o un modello a fascia, che come abbiamo spiegato sopra offre generalmente una capienza maggiore, oppure un classico modello dallo spessore più stretto, ma dotato di un’apposita tasca costruita a tale scopo.

Non pensiate che a questo punto tanto vale indossare un marsupio tradizionale, perché le tasche porta smartphone inserite in queste cinture sono create ad hoc e dunque, con il minimo ingombro, offrono un trasporto davvero sicuro per i dispositivi elettronici, tale da evitare oscillazioni e sobbalzi che potrebbero danneggiarli. Sulla scheda descrittiva di questi prodotti, peraltro, sono sempre indicate le dimensioni degli smartphone supportati: in tal modo si può essere assolutamente certi della compatibilità con il proprio dispositivo e, quindi, anche della piena funzionalità del modello che si va ad acquistare.

Altra valutazione importantissima è quella relativa al trasporto di un contenitore termico o bottiglietta d’acqua, in base alle personali abitudini. Se come molti runner, non potete naturalmente farne a meno, e non sapete mai dove collocare la vostra fonte d’idratazione, la scelta più azzeccata è quella di una cintura da corsa dotata di staffa o clip porta borraccia. I modelli più attrezzati offrono la possibilità d’inserirne addirittura due. Anche in questo caso, il supporto di sostegno è realizzato appositamente e, dunque, offre un trasporto sicuro e confortevole di ogni tipo di contenitore e relativa bevanda.

Tutte le altre dotazioni (tra cui generalmente barrette energetichechiavi, monete, banconote, lettore Mp3 e salviette), possono essere tranquillamente ospitate nella tasca principale della cintura, accessibile dalla zip che corre per l’intera lunghezza della stessa e che accomuna la maggior parte dei modelli moderni di cinture per la corsa. Si evita così di tenere in tasca queste piccole ma fondamentali cose: abitudine che non solo può arrecare disturbo all’attività fisica, a causa del movimento prodotto sugli oggetti stessi, ma anche (e soprattutto) causare l’inconveniente di smarrirli.  

Materiali e dotazioni tecniche

I materiali che costituiscono le attuali cinture da corsa sono in fibre sintetiche di poliuretano, molto leggere ma super resistenti ed assolutamente impermeabili. Tali caratteristiche permettono di repellere efficacemente sia il sudore che la pioggia o l’umidità in genere, e durare molto nel tempo anche con un utilizzo frequente. Possono inoltre essere lavate tranquillamente in lavatrice, utilizzando un appropriato programma di lavaggio (come, ad esempio, quelli per i capi delicati e/o per i tessuti sintetici).

Le migliori cinture per la corsa hanno appositi inserti o cerniere catarifrangenti. Questo piccolo accorgimento rappresenta un valido sistema di sicurezza, sia se la luce esterna non è delle migliori, che se si ha l’abitudine di andare a correre sempre a tarda ora. Anzi, soprattutto in quest’ultimo caso, é assolutamente raccomandato d’indossare abitualmente accessori e/o indumenti riflettenti.

Oltre che permettere l’inserimento di questi elementi catarifrangenti, i materiali innovativi con cui sono realizzate le cinture da corsa di ultima generazione consentono inoltre di poter essere realizzate in una grande variabilità di colorazioni. Si va dalle tonalità tecniche del grigio e del nero ad accese tinte fluo, così accattivanti da rispondere alle preferenze di tutti gli amanti della corsa.

Ulteriori dettagli

Un particolare molto apprezzato di questi prodotti è inoltre quello di presentare dei fori appositi per consentire un agevole passaggio dei cavi di ascolto dei riproduttori musicali, nonché un pratico supporto di fissaggio per i cavi stessi che consente di tenerli fermi ed arrotolati. Altro dettaglio importante è che le cerniere siano riparate da una bordatura di protezione, che arriva a coprirle completamente e ne ostacola la consunzione a causa degli agenti esterni.

Alcuni modelli prevedono inoltre l’aggiunta di taschini minimali per consentire una più efficace protezione degli oggetti più piccoli ed irrinunciabili, come le chiavi di casa e il denaro contante.

Marche e prezzi

Per quanto riguarda i prodotti disponibili attualmente sul mercato, consigliamo di riferirsi, tra le altre, alle fornitissime collezioni proposte da Salomon, Adidas, Nike, Moko, Build & Fitness, EonoSporteer. Si tratta di cinture in grado di fornire comfort di utilizzo e una vestibilità ottimale sia all’uomo che alla donna, al di là del peso e della statura. Sono inoltre caratterizzate da dettagli tecnici e di stile tanto sofisticati, da poter incontrare il favore anche dei runner più esigenti ed in grado di correre su tratti molto lunghi e/o impervi. I materiali garantiscono traspirazione, resistenza, impermeabilità e leggerezza e permettono di acquistare un prodotto garantito e di lunga durata.

I prezzi sono compresi generalmente tra 10 e 30 euro circa. La variazione dipende prevalentemente dalle specifiche dotazioni tecniche del prodotto e dalla sua capacità. Raccomandiamo comunque di verificare sempre il costo effettivo del prodotto che s’intende acquistare, perché nel tempo potrebbe subire oscillazioni anche significative.

Laureata in Marketing e Comunicazione, ho avuto diverse esperienze professionali in campo pubblicitario. Amo leggere e scrivere da sempre interessandomi di vari ambiti; in particolare moda, benessere, design e tecnologia. Scrivo anche poesie, alcune delle quali pubblicate in volumi antologici.

Back to top
menu
tuttoperilrunning.it