Come scegliere un orologio per la corsa. Consigli per l’acqusito, materiali, modelli migliori, costi

Gli orologi da corsa sono strumenti utili per gli amanti dello sport, ma anche accessori alla moda. La scelta di un dispositivo, dunque, oltre ad essere basata sulle caratteristiche tecniche di quest’ultimo, va incontro ai gusti degli acquirenti. Unire questi due aspetti spesso non è semplice. Ciò diventa ancora più difficile a fronte della ampia gamma di scelta in commercio. I brand noti nel settore infatti sempre più spesso realizzano strumenti iper-tecnologici e accessoriati, oltre che dal design innovativo e stupefacente. L’acquisto di un prodotto del genere, soprattutto nel caso il suo costo sia ingente, deve essere accurato e ragionato. Per questa ragione è necessario tenere a mente i diversi criteri attraverso cui possiamo valutare se un determinato orologio da corsa può soddisfare le nostre esigenze ed essere adatto all’utilizzo che ne faremo. Oltre ad essere esteticamente gradevole.

Un orologio da corsa può costare da un minimo di circa 30 euro fino ad un massimo di circa 600 euro. Proprio perché la fascia di prezzo è così estesa, prima di andare alla ricerca di un prodotto, risulta fondamentale fissare il nostro budget. Il nostro consiglio è di orientarsi sui prodotti che costano massimo 150 euro se siamo corridori saltuari e di guardare oltre soltanto nel caso in cui siamo corridori abituali o addirittura professionisti. Un professionista, infatti, ha solitamente bisogno di un orologio tuttofare che, oltre ad affiancarlo durante la corsa, possa essergli utile in altri tipi di attività fisica e non solo. Può infatti essergli necessario per monitorare aspetti relativi alla salute del corpo e della mente, tra cui il livello di stress e la qualità del sonno.
 

La tecnologia

Per scegliere un orologio da corsa innanzitutto dobbiamo comprendere quanto vogliamo che esso sia tecnologico. Gli orologi da corsa poco tecnologici sono poco più che degli activity tracker. Essi riescono infatti a calcolare i parametri che calcolerebbero singolarmente dei semplici contapassi, cardiofrequenzimetri e calcolatori delle calorie bruciate durante l’attività fisica. Il vantaggio è che tutte queste funzionalità sono racchiuse in un unico apparecchio. All’interno di esso, inoltre, non dovrebbe mancare il GPS, ovvero il sistema di posizionamento satellitare che permette in ogni istante di conoscere la longitudine e la latitudine del soggetto che indossa il dispositivo. Questo strumento è utile per registrare dati accurati e specifici.

Un orologio da corsa iper-tecnologico, al contrario, è capace di registrare sostanzialmente qualsiasi genere di dato, relativamente all’attività fisica ma non solo. Si tratta per lo più di dispositivi multi-sport. Essi individuano da sé quale tipologia di sport l’atleta sta svolgendo e dispongono automaticamente le proprie funzionalità in relazione ad esso, dandoci i migliori consigli per l’allenamento. Si adattano sia ad attività outdoor, proprio come la corsa, che ad attività indoor, come ad esempio il fitness. Alcuni possono persino essere utilizzati per il nuoto. I dispositivi più moderni riescono persino a monitorare parametri che poco hanno a che fare con l’attività fisica, ma che anzi si riferiscono allo stato di salute del corpo a riposo.

Le due categorie non sono nette e distanti tra loro come potrebbe sembrare. Esistono, infatti, tante vie di mezzo. Ognuno, prima di acquistare un orologio da corsa, dovrebbe valutare quali sono le funzionalità a cui non può rinunciare e, di conseguenza, scegliere il dispositivo adatto. Per molti una sovrabbondanza di dati sulla propria attività fisica potrebbe essere un aspetto negativo, mentre altri non vedono l’ora di studiare le proprie statistiche.

Altri aspetti tecnologici

Oltre alle funzione, relativamente alla tecnologia, dobbiamo valutare anche altri aspetti. Uno di questi è la modalità, nonché la velocità, con cui il dispositivo si collega al nostro smartphone. Gli orologi da corsa infatti lavorano costantemente connessi al nostro cellulare, scambiandosi un gran numero di dati. Per questa ragione è importante assicurarsi che anche le applicazioni collegate al prodotto siano funzionali e facili da utilizzare. Gli sportwatch più innovativi possono addirittura arrivare a sostituire completamente il nostro smartphone durante l’attività fisica, permettendo di ricevere al polso le notifiche e gestire, ad esempio, le chiamate. Inoltre, un altro aspetto da non dimenticare è quello relativo alla autonomia. È fondamentale che il nostro orologio da corsa abbia una buona batteria. Viceversa, saremo costretti a privarcene spesso per metterlo a caricare.

Il materiale e il design

I materiali con cui può essere realizzato un orologio da corsa sono variegati. Il cinturino di gran parte di questi prodotti è realizzato in silicone, un materiale ultra-repellente e comodo, oltre che resistente e anti-macchia. Non mancano, tuttavia, i dispositivi più chic con cinturino in metallo, che somigliano a dei veri e propri orologi tradizionali. Questi, durante la corsa, potrebbero tuttavia dare qualche fastidio a contatto con la pelle e con il sudore. Esistono particolari modelli di orologi per la corsa con il cinturino intercambiabili. Essi sono molto amati soprattutto da coloro che vogliono essere sempre alla moda. Permettono, infatti, di avere un cinturino comodo durante la corsa e un cinturino più estroso ad esempio durante le passeggiate.

Il quadrante, invece, è quasi sempre in metallo. È importante scegliere un prodotto che abbia il vetro del display resistente. Solitamente gli schermi touchscreen sono un po’ più delicati degli altri, per cui se scegliamo una soluzione di questo genere dovremo fare maggiore attenzione. In ogni caso solitamente l’azienda che produce l’orologio da corsa mette in commercio anche gli adeguati dispositivi di protezione, come ad esempio le pellicole in vetro temperato anti-graffio.

I modelli migliori

I migliori orologi da corsa, come potrete avere ben capito, sono quelli che si adattano alle esigenze di coloro che li utilizzano. La scelta è infatti molto soggettiva. Il consiglio universale che possiamo darvi è di affidarvi a marche esperte nel settore e, soprattutto, i cui prodotti sono diffusi in Italia. Viceversa, potremo ritrovarci ad avere un prodotto che, anche se magari è costato meno del previsto ed è stato un affare nel rapporto qualità-prezzo, non possiamo utilizzare, poiché la relativa applicazione non è disponibile nel nostro paese oppure perché i dati non sono tradotti in italiano. Nelle schede prodotto di ogni orologio da corsa, ad ogni modo, possiamo trovare tutti questi dettagli. Meglio tenerli d’occhio per non incorrere ad acquisto concluso in spiacevoli sorprese.


Nata nel 1998 a Palermo, laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni con il massimo dei voti. La scrittura è sempre stata la mia più grande passione. La scrittura è sempre stata la mia più grande passione. Dallo sport alla cucina, nessun tema riesce a sfuggire alla mia penna.

Back to top
menu
tuttoperilrunning.it